LA PARTITA VINCENTE di Kristen Callihan (Always Publishing)

Autrice: Kristen Callihan
Titolo originale: The Hook Up
Traduttrice : Ines Testa
Genere : New Adult
Ambientazione : Usa
Pubblicazione originale :
Pubblicazione italiana : Always Publishing , Luglio 2017, € 13,90
Livello sensualità :  ALTO
Parte di una serie : 1° serie Game on
Disponibile in ebook a € 5,99

TRAMA:  Anna Jones è determinata a finire il college per scrollarsi di dosso le insicurezze dell'adolescenza e riuscire, finalmente, a trovare la sua strada nella vita. Nessuna distrazione, tanto impegno e un solo proposito: tenere alla larga il quarterback superstar del college che continua a lanciarle sguardi infuocati a la attrae disperatamente. Drew Baylor ha un luminoso futuro davanti a sé: quarterback di talento per un college prestigioso, è pronto al grande salto verso l'NFL. La notorietà, dentro e fuori dal campus, è parte di lui, anche se l'affascinante QB non sembra darci troppo peso. Ma non avrebbe mai pensato di incontrare, o peggio, di perdere la testa, per l'unica persona che sembra infastidita e intollerante alla sua fama. Una stella del football come Drew Baylor certamente sa come vincere una partita, ma riuscirà, a colpi di incontri bollenti, tanta dolcezza e perseveranza, a segnare il punto della vittoria nel cuore della sua irriverente Jones?




Primo giorno di lezioni all’ultimo anno di università , in una cittadina a sud degli Stati Uniti. Anna Jones, bella e formosa ragazza dalla chioma fiammeggiante, si trova alle prese con i mille dubbi sul suo futuro, sembra infatti che a differenza dei suoi amici lei sia l’unica a non sapere cosa farà dopo la laurea. A complicare le cose ci penserà Drew Baylor, suo compagno di corso e stella della squadra di football americano. L’attrazione tra loro è immediata, fatta di sguardi infuocati e battutine pungenti ma se il bel quarterback è pronto a vivere una Drew vi farà battere il cuore, così dolce attento e fortemente deciso a conquistarla, Anna (mi fa quasi tenerezza, povera) proverà davvero a resistere ma alla fine quando tutto sembrerà perduto, verrà a patti con quello che prova. 
storia, Anna ha deciso di cedere alla tentazione concedendosi solo una storia di sesso, convinta che così riuscirà a salvare il suo cuore, ha paura di farsi coinvolgere e soprattutto è spaventata dalla sua notorietà. Per una ragazza che ha passato gli anni del liceo isolata e derisa per il suo fisico, diventare all’improvviso popolare, anche se solo di riflesso è impensabile, tutto quello che vuole è passare inosservata. Impresa impossibile quando “Il re della battaglia” ha deciso che devi essere sua. Assisteremo ad incontri bollenti che poco per volta lasceranno sempre più spazio alla tenerezza,
Nonostante il new adult non sia il mio genere preferito, ho apprezzato lo stile dell’autrice, la narrazione in prima persona alternata e soprattutto la perfetta caratterizzazione dei personaggi. Altro elemento da sottolineare è l’abilità con cui l’autrice ha saputo inserire i vari personaggi secondari che saranno i protagonisti dei prossimi libri della serie. Infatti, non vedo l’ora di leggere il secondo. 
Se vi piace il genere, buttatevi, non ve ne pentirete.






COME INIZIA IL ROMANZO...

Prologo
ANNASono in ritardo ed è il primo giorno di lezione. Mi piacerebbe poter dare la colpa a qualcosa, tipo dei problemi all’auto o che non sono riuscita a trovare la strada per l’aula, oppure che sono stata attaccata da uno sciame di api mentre attraversavo il cortile interno. Qualsiasi cosa. Ma guido uno scooter.Sono all’ultimo anno, quindi so perfettamente dove sto andando. E le api sono rimaste sui fiori.La verità è che mi sono fermata a trangugiare una Diet Coke e un 
pacchetto di anacardi prima di andare in classe. Perché ero affamata e certe cose non possono aspettare. In ogni caso, odio essere in ritardo. Stabilisce un cattivo precedente.Dolorosamente consapevole dello sguardo della mia professoressa, mi rimprovero da sola mentre mi precipito lungo uno dei corridoi tra le file di banchi. Scivolo in un posto in fondo proprio mentre un ragazzo si fionda per il corridoio con la mia stessa andatura frettolosa e si siede nel posto accanto al mio. A testa bassa, tiro fuori il mio bloc-notes e provo a sembrare organizzata e pronta per la lezione. Non credo di imbrogliare la professoressa ma lei non mi dice niente, mentre comincia a fare l’appello introduttivo.Il mio turno arriva presto. Sto dicendo il mio nome e il mio anno quando, alla mia destra, sento un respiro brusco.Quel suono sbigottito mi fa voltare.È allora che lo vedo.Nell’istante in cui i nostri sguardi si incontrano, un fremito bollente mi attraversa mozzandomi il respiro e indurendomi i capezzoli. La sensazione è così inquietante che posso solo starmene seduta lì, a farmi aria con la mano al petto, da dove il mio cuore sta cercando di fuggire.Incomprensibilmente, il ragazzo mi restituisce lo sguardo a bocca aperta, come se anche lui sentisse quella strana energia. Devo sbagliarmi, nessun ragazzo mi ha mai fissata a bocca aperta.Probabilmente sono io che lo sto squadrando.Solo che anche lui mi fissa e non distoglie lo sguardo.E cosa ancor più strana, mi sembra di conoscerlo, di conoscerlo da anni. Il che è ridicolo. Anche se ha un aspetto curiosamente familiare, mi ricorderei se l’avessi incontrato in precedenza. È difficile dimenticare un ragazzo così bello.Non so perché sento questa connessione, ma non mi piace. Né mi piace che una piccola parte dentro di me stia dando un urletto di felicità, come se con la mente me ne fossi andata a fare
 shopping di uomini e avessi appena trovato quello perfetto.Con gli occhi ancora fissi su di me, all’improvviso comincia a parlare.Sono davvero frastornata, mi ci vuole un secondo per rendermi conto di cosa sta dicendo alla professoressa Lambert. «Drew Baylor. Senior». La sua voce assomiglia a della cioccolata fondente in una calda notte estiva.E provoca un trambusto. Tutti si scrollano di dosso il torpore mattutino, si girano, lo fissano e cominciano a bisbigliare tra loro. Lui li ignora, guarda solo me. Questa cosa mi scombussola. Drew Baylor. Il suo nome è un mormorio che attraversa tutta l’aula. E poi lo riconosco. Il quarterback. Non ho mai prestato molta attenzione ai membri della nostra leggendaria squadra di football, per cui lo conosco solamente in maniera vaga, come si sa che esiste lo Studentato o che la biblioteca, la domenica, chiude alle sette di sera.La delusione arriva rapida e tagliente. Non ho alcun interesse nel conoscere meglio il quarterback superstar. Con una morsa nel petto, mi volto e cerco di ignorarlo. Più facile a dirsi che a farsi.Non appena la lezione termina, provo a scappar via. E invece quasi vado a sbattere contro un torace muscoloso simile a un solido muro. Non ho bisogno di alzare lo sguardo per sapere di chi si tratta. Restiamo lì, uno di fronte all’altra, in silenzio, io che fisso il suo petto mentre il suo sguardo mi trapana la testa. Infastidita, raddrizzo le spalle e mi costringo ad apparire disinteressata. Merda, come si fa ad apparire “disinteressata”? Non importa, perché i nostri occhi si incontrano di nuovo. Errore.Credo che le mie ginocchia si siano sciolte. Non ne sono sicura, perché il cervello mi si è bloccato di botto.Santo cielo, ha un effetto potente. Ondate di calore e vitalità fuoriescono da lui. Penso persino di barcollare un pochino. È abbastanza vicino da poter notare il velo di barba non rasata sul suo mento deciso e le scintille dorate nei suoi capelli castani. Li porta corti, con folte ciocche disordinate e alzate sulla fronte e sulla sommità della testa. Sono leggermente appiattiti su un lato, come se fosse appena rotolato fuori dal letto e si fosse scordato di pettinarli. Ma dubito sia questo il caso, visto che profuma in modo fantastico, qualcosa di simile alle pere cotte e all’aria frizzante. Sto quasi per sporgermi e annusarlo meglio, ma riesco a controllarmi.Il silenzio tra noi inizia a farsi imbarazzante, finché non riesco più a impedirmi di alzare lo sguardo, appena in tempo per coglierlo mentre arretra, come se anche lui mi avesse annusato in segreto. Improbabile. Sta mettendo le mani nelle tasche dei jeans, con un atteggiamento rilassato e un sorriso disinvolto, che rivela una piccola fossetta nella sua guancia sinistra.Sto per sorridere e cominciare a ricredermi sulla mia precedente decisione di evitarlo. Poi, lui apre la bocca e rovina tutto. La calda cadenza della sua voce mi travolge, prima di cogliere con esattezza il senso delle sue parole. «Ciao, Mega Rossa».Il mio mondo si ferma con una brusca, rumorosa inchiodata. Mega Rossa?Ma che beneamatissimo cazzo?Lo fisso a bocca spalancata, troppo scioccata persino per fargli un’occhiataccia come si deve. E lui mi guarda di sbieco, con quel sorriso insulso ancora al suo posto, come se si aspettasse una risposta. Ma la mia mente è bloccata su una cosa.Mi ha chiamata Mega Rossa. Mega Rossa del cazzo.Il suo commento è un pugno allo stomaco. Anche se non del tutto fuori luogo. Ho i capelli rossi. Essere chiamata “Rossa” è scontato. E non è quella parte che mi dà fastidio. È la parola Mega. Sono ancora sensibile sull’argomento, dopo esser stata cicciottella per la maggior parte della mia adolescenza. Non importa che ora io abbia più curve che grasso, che mi piaccia il mio corpo. Una stupida parola detta da questo ragazzo e provo di nuovo tutto quel dolore, dannazione. In qualche modo, ritrovo la voce. 
«Come mi hai appena chiamata?»
Stringe gli occhi in una smorfia che dev’essere di imbarazzo. «Aaah… se dico “in nessun modo”, possiamo passare oltre e fingere che non sia mai successo?»
Mi viene quasi da sorridere, cosa che mi irrita ancora di più. «No».
Lui sposta il peso da un piede all’altro. «Calma, stavo solo cercando…».
Gli punto un dito contro. «Non dirmi di stare calma quando mi hai appena insultata, amico».
«Amico?» Fa una specie di risatina soffocata.
«Io non sono “Mega”» sbotto. Nella mia voce c’è più dolore di quanto vorrei. E odio anche questo.
La sua testa scatta all’indietro come se l’avessi sorpreso. È un movimento lieve, che cerca di nascondere abbassando le mani sui fianchi stretti. «Non stavo cercando di insultarti. Credimi, per me era un complimento».



LA SERIE GAME ON
1.The Hook Up (2014) - ed.italiana: LA PARTITA VINCENTE, ed.Always Publishing, 2017 - Anna Jones e Drew Baylor
2.The Friend Zone (2015) - Ivy Mckenzie e Gray Grayson
3. The Game Plan (2015)- Fiona Mckenzie e Ethan Dexter
4. The Hot Shot (2017) - Chess Copper e Finn Mannus
5. Untitled (2017)- Jack Ryder e ...

L'AUTRICE
Kristen Callihan è diventata scrittrice perchè non c'era altro che avrebbe preferito di più nella vita. Ha vinto un RITA Award ed è stata nominata e  ha vinto più volte  premi delle riviste specializzate. Il suo libro d'esordio, FIRELIGHT ha ricevuto un premio di eccellenza dalla rivista Romantic Times ed è stato definito miglior libro dell'anno dal Library Journal e miglior libro dell'estate 2012 . Quando non è impegnata a scrivere, a Kristen, naturalmente, piace leggere. Vive a Washington, DC con il marito e i due figli.

VISITA LA SUA PAGINA: 


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la consiglierai ad un amico.


1 commento:

  1. l'ho in lista da quando l'ho intravisto in classifica. la trama mi piace anche se è un NA. il prologo è spassosissimo per cui si prevedono scintille!!!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!